Accesso agli atti - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Accesso agli atti - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

ACCESSO AGLI ATTI:

1) ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI AI SENSI DELLA LEGGE N.142/1990

Il diritto di accesso ai documenti amministrativi è esercitabile da chiunque abbia interesse per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti.

Accesso Informale: il diritto di accesso può essere esercitato informalmente, con richiesta anche solo verbale. L'interessato dovrà far conoscere la propria identità; dovrà inoltre fornire ogni riferimento utile per l'individuazione dell'atto o documento richiesto e precisare l'interesse relativo all'oggetto della richiesta. In merito alla richiesta, l'ufficio risponde, se possibile, immediatamente e senza formalità.

Accesso Formale: se non è possibile accogliere immediatamente la richiesta informale (o se sorgono dubbi sulla legittimità del richiedente, sulla sussistenza dell'interesse, sull'accessibilità del documento), il richiedente è invitato a presentare domanda formale (scarica il modulo). La domanda può essere presentata personalmente all’Ufficio Relazioni con il Pubblico , inviata per posta al Comune di Guastalla o inviata da posta elettronica certificata con documento firmato digitalmente  all’indirizzo pec del Comune guastalla@cert.provincia.re.it .

Tempi di risposta
Il procedimento di accesso deve concludersi entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta. In assenza di risposta, alla scadenza dei 30 giorni , la richiesta si intende rifiutata.
Qualora la richiesta sia irregolare o incompleta il dirigente responsabile è tenuto, entro 10 giorni dal ricevimento della richiesta, ad informare il richiedente.
In questo caso il termine del procedimento inizierà a decorrere dalla presentazione della nuova richiesta o dal completamento della precedente.

Esclusione dall'accesso
E' escluso l'accesso per gli atti e i documenti la cui conoscenza può danneggiare la sicurezza e la difesa nazionale, per quelli che si riferiscono alla tutela dei diritti di riservatezza dei singoli, dei gruppi e delle associazioni e per quelli che si riferiscono all'ordine pubblico.

Costo
La visione degli atti e dei documenti è gratuita. Per la riproduzione di copie è previsto un costo di 0,20 Euro per foglio formato A4 e 0,30 per foglio formato A3. Sono gratuite le copie richieste dai consiglieri comunali ai fini dell'esercizio del loro mandato

ACCESSO AGLI ATTI DEPOSITATI PRESSO LO SPORTELLO UNICO DELL’EDILIZIA

Ai sensi della delibera di Giunta Comunale n.39/2014 gli atti depositati presso lo Sportello Unico dell’Edilizia possono essere oggetto di accesso previo pagamento di 30,00 euro per i diritti di segreteria. La richiesta deve essere fatta su apposito modulo e può essere inviata in uno dei seguenti modi:

1.  consegna diretta alla segreteria/protocollo S.U.E. nei giorni di apertura lunedì dalle 10.00 alle 12.30, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30

2. invio per posta al Comune di Guastalla via Castagnoli 7

3. invio da posta elettronica certificata all’indirizzo pec del Comune guastalla@cert.provincia.re.it

 

2) ACCESSO CIVICO

L’articolo 5, comma 1, del decreto legislativo n. 33/2013 sancisce il diritto di accesso civico: qualora la pubblica amministrazione abbia l'obbligo di pubblicare documenti, informazioni o dati e non provveda in tutto o in parte, chiunque ha il diritto di richiedere tali documenti o informazioni o dati.

La richiesta di accesso civico non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente, non deve essere motivata, deve identificare con chiarezza i dati, le informazioni o i documenti di cui è stata omessa la pubblicazione ed è gratuita.

L'amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito dei documenti, delle informazioni o dei dati richiesti e contestualmente comunica al richiedente l'avvenuta pubblicazione degli stessi, indicandogli il relativo collegamento ipertestuale.

La richiesta di accesso civico deve essere presentata al responsabile dell’Ufficio depositario dei documenti, dati e informazioni relativi alla richiesta di accesso e per conoscenza al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), compilando l’apposito modulo (scarica il modulo ).


3) ACCESSO GENERALIZZATO

L’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo n. 33/2013 sancisce il diritto di accesso generalizzato, ovvero la possibilità per chiunque, senza alcuna limitazione soggettiva, di accedere ai dati, alle informazioni o ai documenti detenuti dalla pubblica amministrazione, ulteriori rispetto a quelli per cui vige l'obbligo di pubblicazione.

L’accesso generalizzato ha lo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.

L'istanza di accesso generalizzato non deve essere motivata ed è gratuita, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto dall’amministrazione per la relativa riproduzione su supporti materiali ed eventuali spese di spedizione.

L'istanza di accesso generalizzato deve indicare con chiarezza i dati, le informazioni o i documenti richiesti.

Non sono ammissibili:

- domande generiche che non individuino i dati, i documenti e le informazioni richieste con riferimento alla loro natura e al loro oggetto.

- domande meramente esplorative volte semplicemente a scoprire di quali informazioni l’Ente dispone.

- domande di accesso per un numero manifestamente irragionevole di documenti, imponendo un carico di lavoro tale da paralizzare, o rallentare eccessivamente, il buon funzionamento dell’Ente.

Resta escluso che, per rispondere alla richiesta di accesso generalizzato, l’Ente abbia l’obbligo di fornire, raccogliere o altrimenti procurarsi informazioni che non siano in suo possesso. L’Ente non ha l’obbligo di rielaborare i dati ai fini dell’accesso generalizzato, ma deve consentire l’accesso ai documenti nei quali siano contenute le informazioni già detenute e gestite dall’Ente stesso.

La richiesta di accesso generalizzato deve essere presentata compilando l’apposito modulo (scarica il modulo ).

L'amministrazione che riceve la richiesta di accesso generalizzato ha l'obbligo di verificare se esistano soggetti controinteressati ovvero portatori di uno dei seguenti interessi privati:

a) protezione dei dati personali;

b) libertà e segretezza della corrispondenza;

c) interessi economici e commerciali di una persona fisica o giuridica (compresi la proprietà intellettuale, il diritto d'autore e i segreti commerciali).

Se esistono soggetti controinteressati, l'amministrazione è tenuta ad informarli ed essi possono presentare una motivata opposizione entro dieci giorni.

Il procedimento di accesso generalizzato deve concludersi con un provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati.

In caso di accoglimento della richiesta di accesso, l’Ente trasmette tempestivamente e comunque entro il termine di giorni 30 al richiedente i dati, le informazioni o i documenti richiesti.

In caso di diniego motivato, totale o parziale, della richiesta di accesso o di mancata risposta entro il termine di conclusione del procedimento, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT).

Il  RPCT decide , in merito alla richiesta di riesame, entro il termine di 20 giorni con provvedimento motivato.

Contro le decisioni del Responsabile dell’Ufficio depositario dei dati, documentazioni e informazioni oggetto della richiesta di accesso o, in caso di richiesta di riesame, contro la decisione del RPCT, il richiedente può presentare ricorso al Difensore Civico Regionale.

Contro le decisioni del Responsabile dell’Ufficio depositario o, in caso di richiesta di riesame, contro le decisioni del RPCT, il richiedente può sempre promuovere ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale.

Il Responsabile del procedimento di accesso deve comunicare al RPCT gli esiti delle domande di accesso generalizzato.

 

MODALITA' DI CONSEGNA

1. consegna diretta all'Ufficio Relazioni con il Pubblico  ( per l'accesso ai sensi della legge n.142/1990, l'accesso civico e l'accesso generalizzato) e allo Sportello Unico dell'Ediliza negli orari di apertura (per l'accesso agli atti depositati presso lo Sportello Unico dell'Edilizia)

2. invio per posta al Comune di Guastalla

3. invio da posta elettronica certificata all’indirizzo pec del Comune guastalla@cert.provincia.re.it

4. invio tramite mail all'indirizzo urp@comune.guastalla.re.it allegando copia di un documento valido del richiedente

 

NORMATIVA

L.142/90;

Art. 10 T.U. 267/2000;

Codice della privacy D. Lgs 109/2003

DPR 184/2006

L. 15/2005

Regolamento comunale sul funzionamento degli uffici

Delibera Giunta Comunale n. 39 del 21/04/2015

D. Lgs. n.33/2013

 

A CHI RIVOLGERSI

U.R.P. per informazioni sulle modalità di richiesta

Sportello Unico per l'Edilizia per informazioni sulle richieste destinate al S.U.E