LA TELA DI CARLOTTA - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Biblioteca Comunale | Lasciamo il segno 2011/2012 classi prime | LA TELA DI CARLOTTA - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

E.B. White

LA TELA DI CARLOTTA

Mondadori

 

La tela di Carlotta

E.B.White

Mondadori

La giovane Fern salva la vita di Wilbur, un porcellino appena nato e lo porta con sè nella sua fattoria dove abita. Wilbur è gentile, delicato e appare ingenuo agli altri animali della fattoria. Ma per Carlotta, il ragno che vive tra le fessure del granaio, Wilbur diventerà il migliore amico del mondo. I due stringono una tenera amicizia che si rivelerà importante soprattutto quando fra gli animali si diffonde la notizia che Wilbur ha i giorni contati che solo un miracolo potrebbe salvargli la vita. A quel punto Carlotta inizia a filare parole all'interno della sua tela nel tentativo di convincere l'allevatore che Wilbur non debba essere sacrificato. Fern scopre le magnifiche qualità del maialino ...

Voto: 4

Arsim Bektesi

1^C Scuola Superiore di Primo Grado "F.Gonzaga"

 

Titolo: La tela di Carlotta

Autore: E.B White

Casa Editrice: Mondadori

La piccola Fern ha solo otto anni ma possiede uno spiccato senso della giustizia. Sa che ai maiali è riservata una fine crudele, anche per Wibbur, un porcellino che, nato troppo sarà eliminato prima del previsto. Con le sue cure il maialino viene salvato da Fern e viene messo nella fattoria degli Zuckerman, dove farà amicizia con Carlotta, che lo salverà dalla sua morte.

GENERE: romanzo per ragazzi

Lo stile è semplice, il contenuto è profondo. L’autore vuole far capire che gli amici “VERI” ti aiutano nei momenti più difficili.

Lettura consigliata ai ragazzi che vogliono conoscere l’amicizia tra due animali!

VOTO: 5

BIGI SIRIA

Classe 1^A   Scuola Secondaria di primo grado “Ferrante Gonzaga”

 

TITOLO:LA TELA DI CARLOTTA 
AUTORE:E.B.WHITE

CASA EDITRICE:ARNOLDO MONDADORI
Il libro narra la storia di una grande amicizia nata tra un maialino ed un ragno. Tutto ebbe inizio  nella fattoria del Signor Arable, dove alla nascita di una cucciolata di porcellini, solo uno, molto piccolo e debole,f u destinato ad essere ucciso. Fern, la figlia del fattore, riesce a salvare da morte prematura Filiberto il maialino. Dopo alcune settimane dalla nascita, Filiberto viene portato via da uno zio di Fern e tenuto nel fienile di casa sua.

Qui avviene l'incontro con Carlotta, un ragno che diventerà ben presto amica inseparabile del maialino. Proprio Carlotta sarà in grado di salvare ancora una volta dalla morte il suo amico al quale lascerà in eredità i suoi piccoli ragnetti.

Longo Veronica

Classse 1°E Scuola Secondaria di Primo Grado "F. Gonzaga"

VOTO:3/5

 

TITOLO: la tela di Carlotta

AUTORE:E.B.White

CASA EDITRICE: Mondadori

Questo libro racconta di un porcellino di nome Wilbur che incontra un’ adorabile ragno di nome Carlotta .

Si sono conosciuti una mattina e Wilbur capisce che la sua nuova amica e’ un ragno. E’ un animaletto peloso che per procurarsi il cibo intrappola gli insetti, come le cimici o mosche, nella sua magnifica ragnatela. Un giorno però per Wilbur arriva una brutta notizia dalla cara oca che gli racconta che un giorno, come tutti gli altri maialini finirà in tavola per essere mangiato. Carlotta, allora, sentendo ciò che aveva detto l'oca promette a Wilbur di aiutarlo. Secondo voi Carlotta riuscirà aiutarlo??? E come???

Il mio voto è 5 e  lo consiglio ai miei compagni perché è interessante e avventuroso .

Laura Lugli

1^E Scuola Secondaria di Primo Grado “F.Gonzaga”

 

La tela di Carlotta scritto da E. B. White Casa Editrice "Master Junior"

Parla di un maialino nato male, troppo debole. Cosi il padre di Fern decide di ucciderlo perché altrimenti sarebbe morto dopo pochi giorni...

Fern è una bambina di otto anni che riuscì a convincere il suo papa di poter allevare il maialino, e decise di chiamarlo Filiberto.

Filiberto fu venduto a una fattoria dove incontrò molti animali tra quali Carlotta il ragno e Templeton il topo.

Un giorno Filiberto fu avvisato da una anziana pecora, che tutti i maiali che erano cresciuti in quella fattoria erano stati uccisi per farci prosciutti

e salami. Allora Filiberto chiese a Carlotta di filare delle ragnatele con scritto degli aggettivi adatti a lui, Carlotta scrisse radiante e umile.

Filiberto faceva il possibile per rispettare quello che Carlotta aveva scritto. Quando il proprietario vide queste scritte e come si comportava Filiberto, decise che il maiale "speciale" doveva partecipare alla fiera.

II libro mi è piaciuto tanto. La frase che per me è molto bella è questa: " Umile? Umile ha due significati - disse Carlotta - quello di modesto e quello di vicino alla terra. E’ perfetto per Filiberto perché è modesto e vicino alla terra"

Mi è piaciuta perché si tratta dell'ultima parola che scriverà Carlotta e perché descrive bene le caratteristiche di Filiberto: umile di carattere e abita nella terra.

Il libro lo consiglio alle persone che vogliono bene agli animali

Mattia Manghi

Scuola Secondaria di primo Grado S.Orsola

 

Titolo: la tela di Carlotta

Autore: E.B. White

Casa editrice: Mondadori

In una fattoria c'era una bambina di nome Fern. Un giorno nella stalla erano nati dei maialini però ce ne era uno troppo picolo e quindi il padre di Fern decise di ucciderlo. La bambina sapendo questa brutta notizia va dal padre e gli chiede di non ucciderlo, allora Fern decide che se ne prenderà cura lei e infatti fli diede anche un nome Wilbur. Lei, quella mattina, decide di allattarlo con il biberon. Il padre però dopo un po' di tempo dice che doveva darlo via perchè era troppo grande, infatti lo da al signor Arabbe. Lei  ogni mattina, prima di andare a scuola, va a vederlo per sapere come sta.

Una notte Wilbur sente una vocina e chiede chi sia. La vocina gli dice che era lì nell'angolo. Allora Wilbur capisce chi è. Lei era un ragno grigio, grosso e peloso. Wilbur le chiese come si chiamava e lei disse che si chiamava Carlotta. Da quel momento incominciò una nuova amicizia pur essendo due esseri di aspetto diverso.

Consiglio questo libro ai miei amici perchè è un libro sull'amicizia e sugli animali.

VOTO: 5

Sara Lupi

1^E Scuola Superiore di Primo Grado "F.Gonzaga"

 

Titolo: La tela di Carlotta

Autore: E.B. White

Casa editrice: Mondadori

La storia parla di una bambina, Fern, di 8 anni, che vuole a tutti i costi salvare un porcellino, il più piccolo e debole di una figliata di maiali, che rischia di essere ucciso. Fern, allora, tiene il porcellino fin da piccolo e lo alleva per un po' di tempo. Lo chiama Filiberto. Filiberto è molto affezionato a Fern e viceversa. Quando cresce, Filiberto deve essere portato via da casa, allora viene trasferito nella fattoria degli Zuckerman, zii di Fern. Filiberto subito ha amici, ma dopo un po' incontra Carlotta, un grosso ragno grigio. Quando poi Filiberto doveva tornare al fienile da una Fiera, a Carlotta successe qualcosa ...

VOTO: 5

Arianna Frignani

1^E Scuola Secondaria di Primo Grado "F.Gonzaga"

 

Titolo: La tela di Carlotta

Autore: E.B. White

Casa editrice: Mondadori

Anno di pubblicazione: 1976

Il romanzo narra la storia di Filiberto, un maialino salvato da morte certa da una bambina, Fren, perché era il più piccolo tra i fratellini. Una volta cresciuto, Filiberto viene portato alla fattoria dello zio di Fren, dove farà molte amicizie, ma la più vera sarà quella con una ragnetta di nome Carlotta?

L’autore, con un linguaggio molto semplice, propone una storia di grande amicizia tra animali molto diversi tra loro. Consiglio la lettura ad un pubblico di bambini.

Voto: 4/5

Viani Federico

1B Scuola Secondaria di Primo Grado "F. Gonzaga"

 

Titolo: La tela di carlotta

Autore: E.B. White

Casa editrice: Mondadori

E' la storia, raccontata in modo semplice e piacevolissimo, di un'amicizia sincera tra il maialino Wilbur, allevato dalla graziosa bambina di nome Fern; e il ragno Carlotta, abile nella tessitura delle tele. Carlotta, dimostrandosi buona amica, aiuterà Wilbur a salvarsi.

Si riscopre nelle pagine del libro, attraverso le parole e le azioni di Carlotta, quello che è il vero significato della parola amicizia e di come questa si manifesti nei confronti dell'amico.

Il contenuto del testo è interessante, fa riflettere e cattura il lettore, grande o piccolo che sia, dall'inizio fino alla fine.
Il libro mi ha attirato per il suo stile avvincente e perchè insegna cose belle e importanti sull'amicizia e sul senso della vita.
Voto:5

Branchini Giulia

classe 1^A Scuola Secondaria di primo grado "F. Gonzaga"

 

TITOLO: La tela di Carlotta

AUTORE: E.B.White

CASA EDITRICE: Mondadori

Filiberto è un maialino cresciuto a casa di Fern, che poi viene trasferito nella fattoria Zuckerman, dove Fern può andarlo a trovare tutti i giorni. Nella stalla, Filiberto conoscerà molti animali e una ragnetta saggia di nome Carlotta. Si avvicinano le feste natalizie e gli animali, guidati da Carlotta, riusciranno a salvare Filiberto da forno e contorni.

Lo stile è caratterizzato da un lessico semplice, periodi facili e un ritmo veloce.

Il genere è narrativo.

La frase che mi ha colpito di più è: “ Carlotta le più belle storie che io abbia mai sentito” disse Fern. “ Fern non inventare frottole. Sai che gli animali non parlano” l’ammonì sua madre. “ Ma Carlotta può” ribattè Fern.

Questa frase mi ha colpito perché ci fa capire che i bambini possono sentire e vedere cose che gli adulti non sentono e non vedono.

Lo scopo dell’autore è di far capire che nella vita ci sono molti problemi, ma se non perdi la speranza, potrai risolverli.

Personalmente consiglierei la lettura di questo libro perché mi ha coinvolto nella vicenda e ha invogliato la lettura.

Il mio voto da 1 a 5 è 4.

Andrea Augugliaro

1° B Scuola Secondaria di Primo Grado Istituto Comprensivo “F. Gonzaga”

 

L'autore del libro “La tela di Carlotta”è E.B.White e la casa editrice è Mondadori.

Un giorno nacque un maialino di nome Wilbur e la sua padrona di nome Fern era molto felice dato che ogni volta, tornata da scuola, lo andava a coccolare. Un giorno i genitori lo volevano mandare via da casa, però grazie a un ragno... la vita del maialino cambierà.   

Il lessico non è molto difficile e sono riuscito a capirlo bene.   

I periodi non sono complessi. 

Il ritmo non è veloce infatti ci sono molte descrizioni. 

E un romanzo avventuroso. 

La cosa che mi è piaciuta di più è come un ragno aiuti un piccolo maialino. 

Ne consiglio la lettura, infatti come voto darei un bel 4. 

Emanuele Righi

1^C Scuola Secondaria di Primo Grado Istituto Comprensivo "F.Gonzaga"

 

Titolo: La tela di Carlotta

Scrittore: E. B. White

Casa editrice: Arnoldo Mondadori Editore

Nel libro è narrata la profonda amicizia tra il maiale Filiberto e Carlotta, una femmina di ragno, capace di tessere incredibili tele. Da vera amica, userà il suo talento per salvare Filiberto dal destino riservato ai maialini.

Stile: semplice e piacevole con molte descrizioni e ritmo abbastanza veloce.

E’ una commedia con un finale drammatico perché descrive il legame tra la vita e la morte.

Citazione:

"Perché hai fatto tutto questo per me? – chiese – non lo meritavo: non ho mai fatto nulla per te, io.

- Mi sei stato amico – rispose Carlotta – e questa è di per se stessa una cosa eccezionalmente importante."

Ne consiglio la lettura perché è molto divertente, ma anche profondo e commovente. Perciò fa riflettere e cattura il lettore dall’inizio alla fine.

Il mio voto è 4

TOMMASO CUDAZZO

classe 1 B Scuola Secondaria di Primo Grado "F.Gonzaga"