JESSICA LA SCACCIASTREGHE - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Biblioteca Comunale | Lasciamo il segno 2011/2012 classi prime | JESSICA LA SCACCIASTREGHE - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Emma Barnes

JESSICA LA SCACCIASTREGHE

Mondadori

 

La protagonista della narrazione si chiama Jessica. Il libro parla del desiderio della mamma di Jessica di diventare una strega professionista.

La ragazza, quindi, inventa ed escogita trappole per fermare l'intento della madre.

Lo stile è semplice, i periodi sono brevi e il lessico facile.

Consiglierei la lettura del libro perchè narra una storia piuttosto avvincente.

Voto:5/5

Matteo Donelli

 

AUTORE: Emma Barnes

TITOLO: Jessica la scacciastreghe

CASA EDITRICE:Mondadori

Jessica Haggertwaite è una ragazzina che ha per madre una bizzarra signora che decide di diventare una strega professionista a tutti gli effetti, ma Jessica e suo fratello Bruscolo cercheranno in tutti i modi di fermarla...

Il lessico è abbastanza semplice, i periodi facili, il ritmo veloce senza troppe descrizioni.

Citazione di una frase:-Diventerò una strega professionista! Mellandra Haggertwaite, Strega Professionista! Non suona bene?-

Secondo me l’autore vuole raccontare una storia divertente e stramba, che ha per protagonista una ragazzina tosta e con uno spirito combattivo.

Consiglio la lettura di questo libro, perché è divertente e a chiunque abbia la passione per la scienza ( Jessica da grande vuole diventare una famosa scienziata)

VOTO ( da 1 a 5): 4

FLAVIA BARBIERI

Classe 1B Scuola secondaria di primo grado ’F.Gonzaga’’

 

AUTORE = Emma Barnes

TITOLO = Jessica la scacciastreghe

CASA EDITRICE = Mondatori

LUOGO ED ANNO DI PUBLICAZIONE = 2002, Milano

NUMERO DELLE PAGINE = 137

GENERE DEL LIBRO = Romanzo

Questa storia narra di Jessica, una ragazzina normale con già idee chiare per il futuro cioè di diventare una scienziata, ma con una famiglia bizzarra. Un giorno sua madre si trova un lavoro e lo comunica alla famiglia ma immaginatevi come rimase Jessica quando sua madre le disse di che lavoro si trattava: voleva diventare una strega. Avete mai sentito uno scienziato che vince il premio Nobel con una madre strega?! La madre di Jessica incomincia il lavoro e tutto va a gonfie vele fino a quando Jessica non vuole convincere sua madre a lasciare stare e a cercare nuovi lavori. Da lì iniziano i problemi: il padre di Jessica si allontana da casa per delle liti con la moglie, Jessica inventa l'attività "SCACCIASTREGHE" per rovinare la madre e intanto la signora Haggerthwaite si trova il signor Flotsam contro, un vero pezzo grosso nel paese e che farà brutta pubblicità alla madre di Jessica. Ma la protagonista della storia si è trovata un nuovo amico ovvero Robbie Flotsam, figlio del signor Flotsam, e in mezzo a questa storia c'è anche un progetto di scienze molto importante. Riuscirà la signora Haggerthwaite a sconfiggere il signor Flotsam?? Ritornerà a casa il signor Haggerthwaite e farà pace con la moglie?? Continuerà il suo lavoro la signora Haggerthwaite ? Che ne sarà di Robbie Flotsam e di Jessica? Continuerà il suo "lavoro" di scciastreghe Jessica?? Che cosa c'entra il progetto dì scienze con questa storia? Leggi questo libro e lo saprai anche tu !

I personaggi sono molti ma i principali sono:  Jessica- una ragazza molto determinata, che ama molto la scienza e che da grande vuole diventare una scienziata, la Signora Haggerthwaite- una madre ostinata a diventare una strega a tutti ì costi; il Signor Haggerthwaite- un padre giardiniere molto paziente; Bruscolo- un fratello che conosce bene ogni membro delia sua famiglia, è furbo ed è il più intelligente della famiglia.

La storia è ambientata ai giorni nostri

I fatti accadono nella scuola dove vanno Bruscolo e Jessica e a casa della famiglia Haggerthwaite.

Memoranda ( frasi del libro più significative): - Indovinate- esclamò la signora Haggerthwaite entrando d'impeto in cucina. E,prima che chiunque avesse la possibilità di rispondere, aggiunse:-Ho una notiziastrabiliante ... vi concedo tre risposte!... - hai trovato lavorò ?- domandò Jessica, guardando con aria significativa lefatture e le bollette fissate con una calamità sullo sportello del frigorifero...-Indovinato!... diventerò una strega professionista.Seguì un lungo, lunghissimo silenzio (II passo trascritto è del capitolo uno pagine 3 e 4.)

II libro si rivela molto interessante per diversi motivi: l'autore riesce ad attirarel'attenzione del lettore e anche perché è un libro molto divertente che parla deirapporti di Jessica con amici e genitori.Ci insegna che tutto si può risolvere solo stando insieme e con un po' di fantasia si riesce anche a migliorare.

Lo consiglierei alle persone che sono un po' inceppate in problemi con la famiglia per dargli una speranza a rimettere tutte le cose a posto ma non solo lo consigliere anche alle persone che vogliono, magari al posto di giocare, leggere un libro interessante dal testo esilarante che farà ridere e commuovere molti ragazzi. Dunque cosa aspettate ?! Andate in biblioteca e leggetelo, vedrete che vi attirerà come ha fatto con me!

A me è piaciuto molto e quindi gli do un bel 4,5 (con il massimo di 5)

ALICE SQUITIERI

Scuola Secondaria di primo Grado S. ORSOLA

 

 

AUTORE: Emma Barnes

TITOLO:  Jessica la scaccia streghe

CASA EDITRICE: Mondadori

NUMERO DELLE PAGINE: 140

GENERE DEL LIBRO: Racconto di avventura

Tanto tempo fa la signora Haggertwaiten era tornata a casa dal lavoro e disse ai sui figli che voleva diventare una strega professionista. Jessica decise di fermare il pensiero della mamma e andò in camera e scrisse un cartello che diceva: JESSICA LA SCACCIA STREGHE. Con il passare del tempo Jessica si accorse che alcune persone del vicinato andavano spesso a casa sua per gli incantesimi di sua madre. Una mattina Jessica andò a scuola e chiese ai professori se esistevano le streghe  professioniste.  I  professori  cominciarono  a  parlare  degli incantesimi di sua madre che avevano avuto un grande successo. Passata una settimana la madre e il padre litigarono perché dicevano che i pomodori dell'altro erano più brutti dei propri; la mamma accusava il papà perché i suoi pomodori erano brutti e il papa accusava la mamma perché diceva che i suoi erano marci; allora Jessica dimostra ai genitori che i pomodori erano perfettamente uguali e che non c'era nessuna differenza. Infine Jessica salì in camera e migliorò il cartello che adesso diceva: JESSICA LA SCACCIA STREGHE IN PENSIONE.

PERSONAGGI-personaggi principali sono: Jessica, mamma e papà.

TEMPI-fatti sono narrati ai giorni nostri.

LUOGHI-1 luoghi dove si è svolta la storia sono: la scuola, la casa e la camera da letto.

MEMORANDA- la mamma tornò a casa e disse ai figli: Adesso voglio essere una strega professionista.

II libro è stato molto interessante e divertente, lo consiglio la lettura di questo libro alle persone a cui piace inventare, immaginare e fantasticare. Voto: 5

Sara Bertazzoni

Scuola Secondaria di primo Grado S:Orsola

 

AUTORE: EMMA BARNES

TITOLO: JESSICA LA SCACCIASTREGHE

CASA EDITRICE: JUNIOR MONDADORI

Questo libro parla di una ragazzina di nome Jessica, che ha una mamma che vuole diventare una strega. Jessica ha paura che ciò potrebbe mettere imbarazzo la loro famiglia, non vuole che sua madre diventi una strega, perché è sicura che questo potrebbe creare delle brutte conseguenze all’interno della famiglia. Jessica decide che se la sua mamma vuole far la strega la faccia, lei invece farà la scacciastreghe. Chissà come andrà a finire questa storia, ma???

STILE: lessico: facile; Periodi: facili; Ritmo: veloce; Descrizioni: poche

L’autore ci comunica il divertimento.

Io ne consiglio la lettura  a tutti perchè è un libro molto divertente

BENEDETTA Rossi 

1^ Scuola Secondaria di Primo Grado "S.Orsola"

 

Autore: Emma Barnes

Titolo: Jessica la Scacciastreghe

Casa Editrice: Monadadori

La madre di jessica vuole diventare una strega professionista e perciò lei e il padre litigano. Per far tornare i suoi genitori insieme Jessica inventa piani ma tutti falliscono. Sua madre organizza una festa per streghe sue amiche e tutti i clienti e...

Stile: semplice e abbastanza veloce

Io consiglio la lettura di questo libro perchè è coinvolgente e spiega di una ragazza che ha una madre strega e come sia difficoltoso essere senza soldi e avere i genitori che stanno per divorziare.

VOTO: 5/5

Bedogni Marica

1^E Scuola Secondaria di primo Grado "F.Gonzaga"

 

Il libro “Jessica la scacciastreghe” è scritto dall’autrice inglese Emma Barnes. La casa editrice è MONDADORI.

La giovane Jessica Haggertwhaite sogna di diventare una scienziata famosa... Ma un giorno alla madre di Jessica, la signora Haggertwhaite, viene in mente di diventare una strega professionista. I suoi figli, Jessica e Bruscolo, non accettano la decisione della madre, perché hanno paura di essere presi in giro dai compagni di classe e tentano di farle cambiare idea, ma un giorno però... scoprirete ciò che succederà solo leggendo il libro.

Questo libro presenta un lessico semplice, le frasi sono piuttosto brevi, il ritmo è veloce e le descrizioni sono poche ed essenziali. Questo romanzo è un miscuglio tra il genere comico e fantastico e l’autrice si prefigge lo scopo di divertire il lettore del libro. La lettura è scorrevole e divertente e la trama mi ha molto appassionato. Una frase che ho ritenuto particolarmente efficace è:”Se sei così svitata da voler fare la strega, a me sta bene!-disse felice Jessica.” Questa frase mi è piaciuta molto, perché ha il significato di accettare le persone così come sono. Consiglio la lettura di questo libro a chi ama libri avventurosi e con un finale inaspettato.

VOTO: 5

Vittoria Rogge

1C Scuola Secondaria di primo Grado Istituto Comprensivo "F.Gonzaga"  

 

Il libro "Jessica la scacciastreghe" dell'autrice Emma Barnes è edito dalla casa editrice Mondadori.
Il romanzo, ambientato nella cittadina di Bellstone, narra di Jessica, una ragazzina che da grande vuole diventare una famosa scienziata e che ha una mamma un po' particolare: vuole diventare una strega professionista. Allora, lei e Bruscolo, suo fratello, cercheranno di far cambiare idea alla madre.
La storia presenta un lessico semplice ed ha un ritmo veloce e coinvolgente; le descrizioni sono poche ma complete.
Il genere è comico; il libro, nonostante parli di streghe e di incantesimi i quali non si trovano nella vita di tutti i giorni, rispecchia molto la realtà.
L'obiettivo che l'autrice si prefigge è, secondo me, far divertire.
Consiglio la lettura perchè la storia è molto divertente.
Voto:5 su 5
DAVIDE BRANCHINI

1^ C Scuola Secondaria di primo Grado - Istituto Comprensivo "F.Gonzaga"

 

titolo: Jessica la scacciastreghe

autore: Emma Barnes

casa editrice: Mondadori

 

Jessica Haggerwaite vuole diventare una famosa scienziata. Sua mamma invece, crede di essere una strega professionista. Questo costerà molto ai figli e al marito che vorrebbero una madre normale, che non provocasse loro momenti di imbarazzo e di disagio. Jessica cercherà in tutti i modi, fra litigi e disaccordi, di impedirglielo; così si proclama una scacciastreghe. Questa storia è bellissima e piena di sorprese: analizza la sensazione che si prova quando i genitori non sono come i propri figli vorrebbero.

Lo stile è caratterizzato da un lessico semplice, periodi facili, molte descrizioni e un ritmo veloce.

Il genere è narrativo.

La frase che mi ha colpito di più è “nessun problema mamma”. Questa è stata la risposta di Jessica alla mamma che gli aveva domandato che cosa pensava della sua attività di strega professionista. Questa frase mi ha colpito perché Jessica rinuncia a tutto il suo lavoro di scacciastreghe per il bene della famiglia.

Lo scopo dell’autore è di far capire che nella vita ci possono essere molti problemi, ma se non perdi la speranza , prima o poi tutto si risolverà.

Personalmente consiglierei la lettura di questo libro perché, anche se non è il mio genere , mi ha coinvolto nella vicenda ed invogliato la lettura.

Il mio voto da 1 a 5 è 3,5

ANDREA AUGUGLIARO

1^ Scuola Secondaria di Primo Grado - Istituto Comprensivo "F.Gonzaga"