la tela di carlotta - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Biblioteca Comunale | Lasciamo il segno 2012/2013 CLASSI PRIME | la tela di carlotta - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

E.B. White

LA TELA DI CARLOTTA

 

RECENSIONI DEI RAGAZZI

 

Autore: E.B. White

Titolo: La tela di Carlotta

Wilbur è un maialino, la sua padroncina è Fern. Sono molto affezionati l’uno all’altra. Wilbur conosce Carlotta, una “ragnetta” che lo aiuta in diversi momenti. Il padre di Fern iscrive Wilbur a un concorso che dovrà assolutamente vincere e Carlotta gli affiderà una cosa che dovrete scoprire voi leggendo il libro.

Mi ha colpito il personaggio di Carlotta e il fatto che lavori intensamente per il suo amico Wilbur.

Il romanzo mi è piaciuto perché dimostra l’importanza dell’amicizia e mostra cosa si fa per mantenerla.

Voto: 3,5

Natalia Costanzi

1^F

 

Autore: E.B.White

Titolo: La Tela di Carlotta

Casa Editrice: Arnoldo Mondatori Editore

Nella fattoria degli Arable sono nati dei maialini. Uno di questi viene chiamato Filiberto dalla piccola Fern ( figlia) che lo terrà in custodia solo per pochi giorni, perché poi verrà venduto ai suoi zii.

Questa è la storia di una grande amicizia tra un maiale di nome Filiberto e un ragno chiamato Carlotta che vivono, insieme ad altri animali,  in una fattoria di proprietà della famiglia Zuckerman. Carlotta capisce che gli Zuckerman vogliono uccidere Filiberto facendolo ingrassare giorno per giorno, così per salvargli la vita, inizia a filare delle parole all’interno della sua tela, per convincere l’allevatore che Filiberto è un maiale speciale. Riuscirà Carlotta nel suo intento?

Il lessico è molto semplice e scorrevole. Le frasi sono di facile interpretazione ed ha un ritmo veloce perché ci sono molti dialoghi, specialmente tra i due protagonisti.

E’ una favola comica.

CITAZIONE: Non accade spesso di incontrare qualcuno che sia insieme un vero amico e un buon scrittore.

A mio avviso l’autore vuole farci capire l’importanza dell’amicizia e del rispetto, non solo tra le persone ma anche tra gli animali.

Io consiglio a tutti la lettura di questo libro perché è un racconto pieno di significati che possono aiutarci a migliorare la nostra vita e il rapporto con le altre persone.

Il mio voto è 5/5.

Gianpaolo Battini

Istituto S. Orsola

 

Titolo: La tela Carlotta

Autore: Arnoldo Mondadori

Filiberto e' un maialino salvato dalla piccola Fern, la figlia del fattore, che capisce il linguaggio degli animali. Carlotta e' un ragno che sa tessere bellissime tele, i due diventano amici. Carlotta con la sua astuzia riesce a salvare la vita di Filiberto tessendo tele speciali.

Stile: Lessico semplice, periodi facili, ritmo lento, descrizioni poche

Genere: Romanzo

Citazione: " Carlotta non lasciarmi, Carlotta mia unica amica"

Intenzione comunicativa: Il valore dell'amicizia

Lo consiglio ai miei compagni perche' si legge velocemente ed e' una bellissima storia di amicizia

Voto: 3 su 5

Martina Crema

Classe 1a scuola secondaria di primo grado

 

AUTORE: E.B. White

TITOLO: La tela di Carlotta

CASA EDITRICE: Mondadori

PERSONAGGI PRINCIPALI: Il maiale Filiberto e il ragno Carlotta.

Filiberto è un maiale e come il resto dei suoi simili dovrebbe fare una brutta fine, ma per sua fortuna incontra il ragno Carlotta che forse gli cambierà il destino.

Come farà un essere così piccolo a compiere un'impresa così grande?

Carlotta, con una ragnatela un po' speciale, riuscirà a far cambiare idea al proprietario di Filiberto sul destino del maiale, facendolo inoltre diventare famoso.

Il luogo principale in cui è ambientata la storia è il recinto di Filiberto

La storia è ambientata a fine '900.

Tutto accade perché Filiberto non vuole essere ucciso e quindi la gentile Carlotta gli da una mano a cambiare il suo futuro.

LESSICO: L'autore utilizza un lessico molto semplice, anche adatto (a mio parere) a bambini un po' più piccoli.

PERIODI: Non ci sono periodi estremamente complessi, è tutto molto semplice e si capisce subito quello che l'autore vuole comunicare.

RITMO: Il ritmo è abbastanza veloce, infatti non ci sono punti della storia particolarmente noiosi.

DESCRIZIONI: Ci sono le descrizioni dei personaggi e dei luoghi principali e sono abbastanza dettagliate.

Il libro è avventuroso, anche un po' divertente e il finale mi ha commosso.

LA FRASE CHE MI HA COLPITO DI PIÙ: ...Tu mi hai salvato, Carlotta, e io sarei felice di dare la mia vita per te, davvero...

L'autore, con questo libro, vuole far capire l'importanza dell'amicizia e come quest'ultima possa crearsi anche tra persone completamente diverse tra loro.

Il mio voto al libro è 3,5 perché al genere avventuroso preferisco il fantasy e anche perché a mio parere è un testo che possono leggere e capire benissimo anche bambini più piccoli di me.

Anna Ruini

1^D

 

E. B. White, La tela di Carlotta

Mondadori Editore

Filiberto è un maialino senza amici, abita nel fienile dei signori Zuckerman, dove un giorno incontra un ragno di nome Carlotta e diventano amici del cuore. Gli Zuckerman vogliono mangiare Filiberto, ma Carlotta fa di tutto per salvarlo scrivendo con le sue tele delle parole che rappresentano Filiberto. Tutti gli abitanti dei paesi vicini vengono a vedere questi miracoli e per questo motivo non uccidono Filiberto.

STILE: libro dal lessico semplice con frasi facili. Il ritmo è veloce e con tanti dialoghi.

CITAZIONE: Ma Filiberto non dimenticò mai Carlotta. Benché volesse un gran bene ai suoi figli e ai suoi nipoti, nessuno dei nuovi ragni riuscì mai a prenderne il posto nel suo cuore. Non accade spesso di incontrare qualcuno che sia insieme un vero amico e un buon scrittore.

L’autore ci vuol far capire che l’amicizia è importante.

Consiglio la lettura di questo libro perché è divertente e insegna l’importanza dell’amicizia.

VOTO: 4,5/5

Simone Boschiero

Classe prima S. Orsola

 

Autore:E.B.White

Titolo:La tela di Carlotta

Casa Editrice: Arnoldo Mondadori
In una fattoria della Pennsylvania viveva la famiglia Arable, composta da mamma, papà, la piccola Fern e suo fratello Avery. In un giorno qualsiasi di Primavera nacquero dei porcellini e uno di questi era più piccolo e il padrone decise di eliminarlo. La piccola Fern si ribellò, decise di salvarlo e lo chiamò Filiberto. Quando il porcellino fu abbastanza robusto, decisero di venderlo allo zio Omero. Filiberto lo misero in un fienile con altri animali con i quali fece amicizia, specialmente con il ragno di nome Carlotta, la quale, temendo che per natale il porcellino fosse ammazzato, decise di salvarlo. Fern era l'unica a capire il linguaggio di tutti degli animali. Carlotta, per salvare Filiberto, tesse tre tele e in ognuna di esse scrisse un elogio per il porcellino. Lo zio Omero quando lesse i messaggi gridò al miracolo. In estate Filiberto gareggiò per il maiale più bello e non vinse e tutti gli
animali ringraziarono Carlotta per averlo salvato...

Stile: il lessico e le frasi sono semplici, ci sono molte descrizioni ma il ritmo è veloce.
Genere: fantasy

Citazione: non accade spesso che sia un vero amico

Messaggio: riflettere sul senso della vita e dell'amicizia

Voto: 5 su 5

Alex Aldrovandi

Classe prima, Scuola secondaria di primo grado S. Orsola