il ragazzo che dormiva con la neve nel letto - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Biblioteca Comunale | LASCIAMO IL SEGNO 2012/2013 CLASSI SECONDE | il ragazzo che dormiva con la neve nel letto - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Henning Mankell

IL RAGAZZO CHE DORMIVA CON LA NEVE NEL LETTO

 

RECENSIONE DEI RAGAZZI

 

 

Il titolo del libro è Il ragazzo che dormiva con la neve nel letto,

è stato scritto da Henning  Mankell ed è pubblicato dalla Rizzoli romanzi.

Il libro parla di Joel, un ragazzino che torna alla sua casa sul fiume, e avendo deciso di dormire fuori, all'improvviso arrivò tanta neve.

Il libro fornisce molte e accurate descrizioni, ho trovato il lessico un po' complesso.

Il libro è un romanzo e come voto darei 4/5, a me è piaciuto molto.

Emanuele Righi

2^C

 

IL RAGAZZO CHE DORMIVA CON LA NEVE

Avventura

Personaggi principali

Joel Gustafson (protagonista), Samuel Gustafson (suo padre), Gertrud la Senzanaso (sua amica), Sonja Mattson (commessa del negozio di Hhenstrom), Otto (suo rivale), Sara (inizialmente fidanzata con suo padre), II Levriero (sua amica), Simon (suo amico), Kingstrom (musicista).

 

Joel ha tredici anni e vive in un paesino del Norrìand con suo padre, negli anni cinquanta. Entrambi sono stati lasciati da mamma Jenny. Quando entrambi vivevano sul mare, suo padre faceva il marinaio, ma ora entrambi vivono su una baracca sul fiume e per guadagnarsi da vivere Samuel fa il boscaiolo. Peso facevano su Joel i colpi di debolezza all'alcool di suo padre e i continui suoi giuramenti che non sarebbe mai più ricapitato.

Quando andava a bere e non tornava a casa toccava a Joel andarlo a recuperare. Joel cucinava la cena, andava a fare la spesa e puliva la casa.

A Joel sembrava di farsi da solo da mamma e questo non gli piaceva. Ogni anno Joel, faceva le sue promesse per l'anno nuovo, promesse che doveva per forza rispettare. Quell'anno decise di andare a giurare al cimitero, con i morti per testimoni. Le sue promesse furono principalmente 3: arrivare a vivere fino a centanni senza la gobba (il contrario di Samuel) e cioè di temprarsi, andare a vivere su un'isola con suo padre e vedere una donna nuda.

Per arrivare fino a centanni senza la gobba capi che in qualche modo doveva temprarsi, così da essere pronto a sopportare tutto. Aveva trovato un modo: tutte le volte che Samuel andava a dormire da Sara, lui avrebbe tirato fuori la vecchia rete del letto nella rimessa e ci si sarebbe steso sopra in cortile, al freddo e avrebbe cercato di starci il più possibile, gradualmente. Per quanto riguarda il vedere una donna senza abiti, gli venne in mente la nuova commessa di Ehnstrom, sì, lei sarebbe stata adatta. L'avrebbe potuta pedinare fino a casa sua a fine lavoro successivamente, con qualche trucco farsi invitare in casa, e poi di lì in poi avrebbe improvvisato. Ecco, andare a vivere su un'isola con suo padre sarebbe stata veramente la promessa più difficile da mantenere di sempre, difficile perché bisognava convincere Samuel. Lui spesso parlava di ritornare a vivere là, dove la mattina si sentono le onde infrangersi sugli scogli, ma fin'ora non aveva mai preso una decisione seria e radicale. Avrebbe fatto meglio a cominciare subito a realizzare le sue promesse, aveva giurato.

 

Questo libro mi è piaciuto molto, sia perché nei pensieri del protagonista mi rispecchiavo, sia perche l'autore ha descritto molto bene le sensazioni di Joel. Sono stata felice di leggerlo anche se confido che non volevo che finisse così rapidamente, avrei voluto continuarlo a leggere. Per quanto riguarda i periodi di questo libro, sono semplici anche se ben articolati, il linguaggio è semplice da capire e vi sono molto descrizioni soggettive. Nel complesso io a questo libro darei un voto di 5 su 5, pienamente meritato.

Citazioni:

-Si stese e tirò su la coperta. Faceva freddo, ma non gli importava. Non gli importava di un bel niente-

Nota sull'autore

Henning Mankell è nato a Stoccolma ed è cresciuto nelle città svedesi di Sveg (Hàrjedalen) e di Boràs (Vàstergòtland). Il padre di Mankell, Ivar, era un giudice e il nonno, da cui prese il nome Hennina, un compositore. All'età di 20 anni, aveva aia iniziato la sua

Fiamma Di Zitti

2^ S'Orsola


 

Autore: Henning Mankell

Titolo. Il ragazzo che dormiva con la neve nel letto

Casa Editrice: Rizzoli Romanzo

Pagine: 260 pp.

Pubblicazione: Milano, 2008

Genere- Avventura

La storia narra di un ragazzino di 13 anni che vive con il suo povero e spesso ubriaco padre Samuel. Il ragazzo è sconvolto dalla partenza di sua madre e praticamente fa da mamma a suo padre. Tutto comincia dal 21 dicembre quando Joel fa le sue promesse: per la nuova stagione. Lui però si fa queste promesse non perché non ha niente da fare, ma perché vuole mantenerle. Ha come nemico il primo giorno d'inverno dato che la neve lo sorprende sempre. Le promesse più interessanti sono: fuggire con il padre su un'isola, vedere una donna nuda, diventare il re del rock svedese e imparare a baciare, ma tutte queste non le fa in una sola volta ma in più anni. Riuscirà Joel a realizzare i propri sogni.? ...mah.

Personaggi-II protagonista è Joel in secondo piano suo padre Samuel

Citazione: "Essere poveri costa caro" è una frase del padre ubriacone di Joel e ho scelto questa perché è una frase saggia e molto giusta anche se le parole si contraddicono.

Io reputo questo libro perfetto per un ragazzo della nostra età dato che è adatto per noi anche con contenuti un pò diciamo.................... hard e sicuramente può interessare soprattutto ai ragazzi e merita la mia (e come penso anche di altri lettori ) massima valutazione.

Voto:5/5

Francesco Baccarani

2^ S.Orsola