L'ultima caccia - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Biblioteca Comunale | LASCIAMO IL SEGNO 2012/2013 CLASSI SECONDE | L'ultima caccia - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Joe R. Lansdale

L'ULTIMA CACCIA

 

RECENSIONE DEI RAGAZZI

 

 

AUTORE: Joe R. Lansdale

TITOLO: L’ultima Caccia

CASA EDITRICE: Fanucci Editore

Il protagonista Richard è un ragazzo di quindici anni che vive negli Stati Uniti in Texas e desidererebbe diventare scrittore. Un giorno viene a conoscenza dell’esistenza di un cinghiale gigantesco, meglio conosciuto come “il Vecchio Satana”.

Non è mai stato catturato da nessuno, neanche dal padre di Richard, grande cacciatore.

Il cinghiale, creduto scomparso, riappare una notte, così Richard decide, insieme al suo migliore amico Abraham, di cacciare questo enorme e potente animale.

Il lessico del romanzo è semplice, il ritmo è piuttosto veloce, sono presenti poche descrizioni.

La frase che mi ha colpito di più è stata”Ma sto correndo troppo avanti rispetto al periodo di cui vi sto parlando e questo non ha niente a che fare con l’estate del ’33 quando,insieme ad Abraham Wilson, cacciai e ammazzai il Vecchio Satana,Il Cinghiale del Demonio” perché lascia il lettore a bocca aperta nel pensare a come due ragazzi siano riusciti a uccidere una creatura simile.

L’autore vuole raccontare una storia avvincente ed emozionante.

Ne consiglio la lettura agli amanti di Western perché il libro è appunto ambientato nel selvaggio “West”.

VOTO:3

Cani Andrea

Classe 2^A

Scuola Secondaria di 1° grado "Ferrante Gonzaga"

 

AUTORE: Joe R. Lansdale

TITOLO: L'ultima caccia

CASA EDITRICE: Fanucci Editore

Il libro parla di una famiglia composta da: due fratelli, il loro papà e la loro mamma. Loro vivevano lontani dalla città e non avevano una macchina e andavano in città pochissime volte.
Un giorno viene un amico di famiglia a fare colazione da loro.
E' venuto anche per dire al loro padre che nella campagna c'era un cinghiale che veniva chiamato Satana perché nessuno riusciva a catturarlo.
Il loro papà il giorno dopo va a cacciare il cinghiale.

STILE: lessico semplice, periodi facili, ritmo veloce, descrizioni molte.

CITAZIONE: Il riso di papà fece sobbalzare tanto me quanto Clancy. “potrebbe essere lo stesso cinghiale, figliolo. E' possibile. Ma posso garantirti che il diavolo o qualche altro demone non c'entrano. Un cinghiale è un cinghiale, nient'altro.” Bé in un certo senso papà aveva ragione, ma in un altro si sbagliava.

Il libro non mi è piaciuto, il mio voto è 3, non ne consiglio la lettura.
Luca Ostendi

S.Orsola

 

 

Titolo: L’ultima caccia

Autore: Joe R. Lansdale

Casa Editrice: Fanucci Editore

Personaggi: Richard e Abraham

Ricky e Abraham tentano di uccidere il cinghiale del demonio, ci riusciranno?

Luoghi: Boschi del Texas

Lessico: Moderno 

Ritmo: Veloce

Genere: Avventura

Citazione: “Lo hai colpito Ricky!”

Intenzione comunicativa: Trovarsi nel libro e provare una vera avventura.

E' bellissimo

Voto: 5/5

Tommaso Cudazzo 

2° B media “F. Gonzaga”

 

 

Titolo: L'ultima caccia

Autore: Joe R. Lansdale

Casa editrice: Enucci editore

N° delle pagine: 177

Pubblicazione: Febbraio 2006, Roma, Via Delle Fornaci 66

Richard Dale, (il protagonista) un ragazzo che sogna di diventare scrittore, decide di affrontare un cinghiale detto anche cinghiale del demonio per la sua pericolosità, nonostante suo padre, grande campione di lotta, non è mai riuscito a sconfiggerlo. Quel cinghiale minacciava da tempo Richard e la sua famiglia. Una notte, il cinghiale, da incubo si trasforma in realtà, e attacca Richard e la famiglia. Al ragazzo non resterà che difendere se stesso e i suoi cari con la sua astuzia e il suo coraggio. Al suo fianco avrà il suo migliore amico, un ragazzo nero di nome Abraham che sogna di tornare un giorno nel suo paese come un grande guerriero.

Consiglio il libro moltissimo soprattutto a chi ama avventura e azione, poiché il libro è l'unione di entrambi!

Detto questo la mia vantazione è 4 su 5.

Sandro El Sayed

2^ S'Orsola

 

Titolo= L’ ultima caccia.

Autore= Joe r. lansdale.

Casa editrice= Fanucci Editore.

È il 1933: il Texas è schiacciato dalla Grande Depressione. Richard Dale, un ragazzino di quindici anni che sogna di diventare scrittore, è ossessionato dall’idea di dare la caccia a un cinghiale selvatico che terrorizza da anni le campagne intorno al fiume Sabine, e che neppure suo padre, grande campione di lotta, è mai riuscito a catturare. Si tratta di una bestia spaventosa, di proporzioni gigantesche, una creatura mitica, quasi soprannaturale. Finché, una notte, il cinghiale esce dalle nebbie del mito e si fa minacciosamente concreto, attaccando Richard nei suoi affetti più profondi. Al ragazzo non resterà che accettare la sfida con le sole armi di cui dispone: l’astuzia e il coraggio. Al suo fianco avrà Abraham, il suo migliore amico, un ragazzo nero che sogna di tornare un giorno nella sua terra con una fama da grande guerriero e...

Stile= E’ molto facile da leggere se ti piacciono i libri avventurosi e romantici.

Genere= Romanzo.

Citazione= "Quelli che ancora se lo ricordano, lo chiamano il cinghiale del Demonio".

Per mé l’autore vuole mettere un po’ di paura

Io lo consiglierei a chi piacciono i libri di avventura, romantici e anche un po’ triller.

Voto=da 1 a 5: io ho scelto 5

Davide Pelizzola

2^S.Orsola

 

L’ULTIMA CACCIA  

L’ultima caccia , scritto da Joe R. Lansdale, è della casa editrice Fanucci. Il libro parla di Ricki, un ragazzo di quindici anni, che vive in una sperduta fattoria del Texas orientale. Ricki e il fratello minore aiutano il padre nel lavoro dei campi e non possono andare a scuola per la distanza e le poche possibilità economiche. Ricki ama leggere e vorrebbe tanto fare lo scrittore. Al padre un giorno viene offerta l’opportunità di guadagnare un sacco di soldi partecipando a dei combattimenti di lotta, e decide di accettare. Sistemate le cose, Ricki corre da Abraham, un ragazzino di colore, che vive oltre il bosco con la famiglia e il vecchio nonno. Quest’ultimo è costretto a spostarsi su un carretto trainato da un maiale di nome Jesse perché ha perso gli arti inferiori durante un combattimento con il Vecchio Satana, un ferocissimo cinghiale. Al ritorno Ricki s’imbatte proprio in quest’ultimo, riesce a raggiungere la sua casa, ma il vecchio Satana, sfonda la porta con le zanne e, nonostante venga colpito più volte dai colpi di fucile della mamma non muore, ma si allontana. La mamma di Ricki si sente male per lo spavento e il ragazzo è costretto ad accompagnarla alla fattoria del dottore. In cuor suo cresce il desiderio di vendetta verso il vecchio Satana, corre da Abraham e scopre che il cinghiale è passato anche da lui uccidendo Jesse. Chiedono al nonno consigli utili per sconfiggerlo e, più determinati che mai s’incamminano nel bosco e . . . . . . . . .

Il genere del libro è d’avventura; il lessico è semplice, i periodi facili agevolano la lettura e la descrizione dei personaggi e dei luoghi è approfondita. La lettura è stata molto piacevole e avvincente, soprattutto nella parte finale, dove le continue avventure mi hanno coinvolto molto, a volte tenendomi col fiato in sospeso. Lo consiglierei a tutti i ragazzi della mia età. Come voto darei 5.

Allegretti Damiano

2^C