La boutique del mistero - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Biblioteca Comunale | LASCIAMO IL SEGNO 2012/2013 CLASSI SECONDE | La boutique del mistero - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Dino Buzzati

LA BOUTIQUE DEL MISTERO

 

RECENSIONE DEI RAGAZZI

 

Autore: Dino Buzzati

Titolo: LA BOUTIQUE DEL MISTERO

L' autore presenta una serie di racconti, ognuno dei quali con stile, trama e personaggi differenti  ha, però,  una caratteristica che lo accomuna agli altri: il finale aperto e questo permette al lettore di immaginare la parte conclusiva, caratteristica, a mio parere, molto intrigante. I racconti presenti nel libro riprendono alcune tematiche importanti del nostro tempo come la solitudine, la paura, il mistero.

Di sicuro il brano che ho preferito maggiormente è stato ''I sette piani''. Il brano comincia con la presentazione del protagonista che soffre di una singolare malattia. Il protagonista decide quindi di farsi curare presso un ospedale specializzato che posiziona, nei sette piani che lo compongono, i malati a seconda della gravità della malattia. Nei piani più alti vengono ricoverati quelli che contraggono la malattia nella forma più lieve, mentre in quelli più bassi i malati molto gravi e prossimi al decesso. Il personaggio non accenna a miglioramenti, così con una scusa viene trasferito al sesto piano. Dopo essere stato tranquillizzato sulla sua situazione, il protagonista, che nel frattempo comincia a preoccuparsi, scende ancora di piano per delle cure, fino a giungere in quello più basso, quello dei moribondi. Qui la narrazione prende velocità e la souspance è alle stelle. Nel frattempo, nel racconto, le tapparelle della stanza in cui è ricoverato il protagonista si abbassano come segno di morte appena avvenuta. Qui il brano termina. Cosa succederà al protagonista? È morto? Si tratta forse di un errore dell'ospedale?

L' intenzione comunicativa dell' autore, secondo me, è quella di inquietare il lettore in alcuni racconti, mentre in altri brani del libro come ''IL COLOMBRE'' o ''I SETTE MESSAGGERI'' lo scopo è coinvolgerlo e "trasportarlo" nella narrazione.

In generale il lessico è piuttosto ricercato, i periodi  complessi, il ritmo ora lento, ora veloce grazie alla tecnica della souspance è alternato a dettagliate descrizioni e a sequenze riflessive dei personaggi.

IL GENERE è surreale \ verosimile perché narra di situazioni che, forse non capiteranno mai, ma comunque non del tutto prive di logica. Spesso,  infatti, sembrerà di leggere un racconto reale.

NE CONSIGLIO LA LETTURA perché , oltre a essere un modo per stimolare la fantasia lasciando il lettore libero di immaginare il finale, è un testo che "cattura" il lettore accompagnandolo in un viaggio che non si vorrebbe finire mai.  Sembra impossibile privare trame così interessanti di un finale e inutile trattenere la voglia di scoprirlo o appunto inventarlo.

IL MIO VOTO SU QUESTO LIBRO  è  5\5!!!!!!

Federico Guglieri

CLASSE 2 A SCUOLA Ferrante Gonzaga di Guastalla

 

 

Autore: Dino Buzzati

Titolo: La Boutique del mistero

Casa editrice:

La Boutique del mistero è una raccolta di 31 racconti alcuni molto noti come “I sette messaggeri”, “Sette piani”, “Il mantello”, “Il colombre”, altri meno conosciuti. In essi prevale il mistero, poiché le storie narrate suscitano nel lettore inquietudine e curiosità. Spesso il finale è aperto, lascia il lettore in una condizione di dubbio, di incertezza. I personaggi sono persone comuni, che però si trovano coinvolti in situazioni complicate, strane e a volte surreali. Le vicende narrate sono molto diverse, a volte si narra di una vita trascorsa a commerciare via mare, di giorni passati in una casa di cura, o di situazioni ambientate in un’ epoca antica.

Essendo diversi racconti, lo stile di scrittura a volte varia. In alcuni brani le descrizioni sono poco dettagliate e quindi vi è una maggiore sensazione di suspense; in altre, il ritmo è meno veloce e le frasi sono più lunghe. In generale il lessico non è complesso e lo stile è rilassante e coinvolgente.

Genere: Fantastico surreale

L’ autore vuole spiegare che la realtà che vediamo noi, che noi viviamo, in alcuni aspetti può diventare una realtà diversa, sia in modo positivo che negativo.

Io ne consiglio la lettura perché, anche se può sembrare strano leggere 31 racconti dello stesso genere, ma di trama diversa, alla fine si rivelano interessanti. Durante la lettura, la sensazione che prevale, non è quella di leggere la tipica “favola” dal finale prevedibile e scontato, ma quella della suspense e della tensione. A me è piaciuto poter elaborare ed immaginare una possibile conclusione a queste storie irreali e misteriose.

Voto: 5\5

Branchini Giulia

Scuola secondaria di 1° grado “Ferrante Gonzaga”

Classe 2A

 

 

Titolo: La boutique del mistero

Autore: Dino Buzzati

Casa Editrice: Il Sabato

Questo libro è una raccolta di 31 racconti alcuni molto noti come "I sette messaggeri", "Qualcosa era successo", "Il mantello","Sette piani" e altri meno conosciuti.

Questi racconti suscitano nel lettore interesse e inquietudine. Quasi sempre il finale è aperto per lasciare al lettore una condizione di incertezza e una sua personale conclusione. I personaggi sono comuni, a volte strani e a volte surreali. Le vicende narrate sono abbastanza diverse, a volte si narra di giorni passati in una casa di cura, di una vita trascorsa via mare o di situazioni ambientate in epoca antica.

Genere: Fantastico surreale

Lo stile di scrittura a volte varia perchè  diverso è il genere dei racconti. In alcuni, le descrizioni sono poco dettagliate e quindi vi è una maggiore suspense; in altri invece le frasi sono più lunghe e il ritmo è meno rapido. In generale il lessico non è difficile, è facilmente comprensibile; lo stile è abbastanza coinvolgente.

Ne consiglio la lettura a chi ama i gialli perché è scritto molto bene e con suspense.

Voto: 3/4

Irene Carnevali

classe 2A

 

 

Autore: Dino Buzzati 

Titolo: La boutique del mistero 

Casa editrice:Oscar Mondadori   

Questo libro contiene 31 racconti del mistero. È un libro interessante, perché al contrario di altri romanzi, ad esempio fantasy, dove il finale è prevedibile e scontato, nell’opera di Buzzati no, infatti proprio nel punto più bello accade qualcosa di inimmaginabile, un imprevisto che sconvolge l’intera vicenda, lasciandoti a bocca aperta. Alcuni racconti sono lunghi, altri molto brevi, alcuni ti spaventano, altri ti fanno divertire. Un aspetto comune però presente in tutti è un senso di inquietudine, di amarezza o di mistero. Quando inizi a leggerne uno, l’unica cosa che desideri fare è continuare a leggere, per scoprire la soluzione del mistero e arrivare alla fine; quelli che mi sono piaciuti di più sono: “Il mantello” e “Una cosa che comincia per elle”, consiglio però anche “I sette messaggeri”; “Sette piani” e “Il colombre”.   Ecco le caratteristiche principali dello stile: il lessico è abbastanza semplice, il ritmo è lento adatto a suscitare tensione, ricco di descrizioni. Il genere è surreale.  Attraverso questa raccolta di racconti, secondo me l’autore vuole stimolare nel lettore la voglia di scoprire come andrà a finire la vicenda e vuole farlo riflettere sul finale cioè fargli elaborare un’ipotesi, per capire cosa si cela sotto quel velo di mistero. 

Lo consiglio a chi ha un po’ di pazienza, perché dopo aver finito di leggere i vari racconti, a tutto c’è una risposta, basta riflettere. 

VOTO: 4/5

Gambino Chiara  

2 A   Scuola Ferrante Gonzaga

 

 

La boutique del mistero

Dino Buzzati

"La boutique del mistero" è una raccolta di 31 libri scritti tutti dallo stesso autore. Consiglio la lettura dei seguenti racconti: "La giacca stregata", "Sette piani", "I sette messaggeri" e "Qualcosa era successo". Sono tutti racconti misteriosi e narrano situazioni inspiegabili che però partono con situazioni normali, reali. In alcuni casi l'autore lascia il lettore con il fiato sospeso e fa in modo che egli scateni la propria fantasia perchè i racconti terminano senza spiegare il finale.

Il lessico è semplice, appropriato; i brani sono composti da periodi facili e ritmo veloce, ma le descrizioni, secondo me, sono poche.

Il genere è fantastico surreale.

Secondo me l'autore vuole fa rimanere il lettore con il fiato sospeso e aiutarlo ad esorcizzare la paura. Inoltre vuole (in alcuni brani) scatenare la creatività del lettore facendo "inventare" a lui il finale.

Ne consiglio la lettura perché è un libro interessante e bello. Lo consiglio soprattutto agli amanti del genere surreale, a chi piace leggere racconti misteriosi dove il finale non viene svelato.

Voto: 4 su 5

Sara Boni

Classe 2^A

Scuola secondaria di primo grado "F.Gonzaga"

 

AUTORE:Dino Buzzati

TITOLO:La boutique del mistero

CASA EDITRICE:Mondadori

Questo libro è una raccolta di 31 racconti che hanno come protagonista comune il mistero, l'ignoto, l'insensato e l'irrazionale.

Tra questi racconti, quello che mi ha colpito di più è stato "I Sette Piani".

In questo racconto, il protagonista, Giuseppe Corte, entra in un ospedale specializzato nella cura della febbre dove la disposizione dei pazienti è alquanto strana: al settimo piano (quello inizialmente destinato a Giuseppe Corte) si curano i malati meno gravi, cioè quelli che non hanno bisogno di una vera e propria cura. Man mano che si scende, i malati diventano sempre più gravi, fino al primo piano, dove la morte è inevitabile.

Giuseppe Corte verrà temporaneamente spostato al sesto piano, ma invece di essere trasferito di nuovo al settimo, rimarrà lì.

Da quel momento in avanti la febbre aumenterà, fino a...

GENERE:Fantastico surreale

CITAZIONE:"Vide che le persiane scorrevoli,obbedienti ad un misterioso comando,scendevano lentamente,chiudendo il passo alla luce."

Il libro mi è piaciuto soprattutto perchè mi piacciono molto i finali aperti.

L'autore vuole suscitare nel lettore una sensazione di paura per qualcosa che in realtà non esiste o che non può essere definito.

VOTO:4

Cani Andrea

Classe 2^A

Scuola Secondaria di 1°grado "F.Gonzaga"

 

Titolo: La boutique del mistero

Autore: Dino Buzzati

Casa editrice: Mondadori

La Boutique del mistero è una raccolta di 31 racconti. Questo libro è scritto con lo stile di uno dei più grandi autori italiani del novecento: sono raccontate storie inquietanti, fantastiche che possono però accadere anche nella realtà.

Il lessico è complesso, con molte descrizioni.

Il genere è giallo.

Non c’è una frase che mi ha colpito particolarmente ma ha attirato la mia attenzione il lessico e lo stile particolare di questo autore.

L’autore vuole esprimere paura inquietudine e vuole raccontare alcune storie che potrebbero capitare al lettore anche nella realtà.

Consiglierei questo libro a chi ama i gialli perché è scritto molto bene e con suspense.

Il mio voto da 1 a 5 è 3.5.

Andrea Augugliaro

2B “F. Gonzaga”


Titolo: La boutique del mistero

Autore: Dino Buzzati

Anno e luogo di pubblicazione: 1993, Arnoldo Mondadori editore, Cles (TN)

Pagine:  238 pp

Tipo: raccolta di storie

Il libro “La boutique del mistero” è una raccolta di 31 storie, scritte da Dino Buzzati.

Le storie raccolte in questo libro sono: I sette messaggeri; L’assalto al Grande Convoglio; Sette Piani; Eppure battono alla porta; Il mantello; Una cosa che comincia per elle; Una goccia; La canzone di guerra; La fine del mondo; Inviti superflui;  Racconto di Natale; Il cane che ha visto Dio; Qualcosa era successo;  I topo; Il disco si posò; Il tiranno malato; I Santi; Lo scarafaggio; Conigli sotto la luna; Questioni ospedaliere; Il corridoio del grande albergo;  Ricordo di un poeta; Il colombre; L’umiltà; Riservatissima al signor direttore; Le gobbe nel giardino; L’uovo; La giacca stregata; La Torre Eiffel; Ragazza che precipita; I due autisti. La storia più bella, secondo me, è la storia “I sette piani” che racconta la sfortunata storia di un paziente di questo ospedale.

 

I personaggi cambiano di storia in storia, ovviamente.

Siccome il libro è composto da più storie, scelgo dalla storia che mi è piaciuta di più: “Voltò il capo dall’altra parte e vide che le persiane scorrevoli, obbedienti a un misterioso comando, scendevano lentamente, chiudendo il passo alla luce.” (da I sette piani)

Il testo, in generale, è molto ricco di descrizioni degli oggetti e degli ambienti. Alcune volte, il testo è noioso, atre volte, scatena la tua immaginazione e ti fa sembrare nel centro della vicenda.

Io consiglio questo libro a tutti quelli che vogliono leggere delle storie belle, ma non da bambini piccoli; infatti, consiglio di leggerlo ai ragazzi che hanno 10-15 anni, perché il testo, è un po’ complesso.

Voto:  4 

Brando Bagnoli

cl. 2^ S. Orsola


 

Titolo: LA BOUTIQUE DEL MISTERO
Autore: DINO BUZZATI
Casa Editrice: ARNOLDO MONDADORI SCUOLA

Contenuto: Questo libro parla di storie misteriose molto belle, ma quella che mi è piaciuta di più è “I SETTE MESSAGGERI”.Questa storia è fondata su un'antica leggenda, che racconta di un principe che voleva conoscere i confini del regno di suo padre. Con lui andarono anche sette messaggeri, che lo tenevano in contatto con la capitale del regno. Il principe partì alla volta dei confini del regno, ma gli anni passavano e i messaggeri portavano notizie sempre più lontane nel tempo, così il principe cominciò a credere che i confini del regno del padre non esistessero, finche un giorno... 


Stile: il lessico è semplice,i periodi un po’ complessi, il ritmo è veloce e le descrizioni sono poche.
Genere:fantastico-surreale
Citazione:la frase secondo me più significativa è quella iniziale:”Partito ad esplorare i regno di mio padre, di giorno in giorno vado allontanandomi dalla città e la notizie che mi giungono si fanno sempre più rare”.
Intenzione comunicativa: l'autore si prefigge l'obiettivo di creare una sensazione di paura e mistero nel lettore.
Giudizio: ne consiglio la lettura perchè è un libro molto bello e mi è piaciuto molto, le storie non hanno mai un finale scontato e lasciano col fiato sospeso.

Voto: 5/5 

Alice Colombo

2^B scuola “F.Gonzaga”