Autocertificazione e visure anagrafiche - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

Autocertificazione e visure anagrafiche - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

I cittadini residenti nel Comune di Guastalla, muniti di identità digitale (SPID), oppure di carta d'identità elettronica (CIE) o di Carta Nazionale dei Servizi (CNS) possono accedere ad ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente) per:

1) la STAMPA dell'AUTOCERTIFICAZIONE relativa a:

  • nascita,
  • stato civile,
  • cittadinanza,
  • famiglia anagrafica,
  • residenza,
  • estremi carta di identità,
  • esistenza in vita.

(se non si effettua nessuna selezione a fianco di ogni singola voce, l'autocertificazione conterrà tutti i dati sopra elencati).

2) la VISURA ON LINE dei propri dati personali registrati nell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).
Ogni cittadino residente nel Comune di Guastalla, ha così diritto di conoscere, e quindi controllare e verificare, i propri dati registrati in ANPR a cui può accedere esclusivamente con la propria identità digitale (SPID, CIE o CNS, le uniche identità digitali riconosciute dal Codice dell'Amministrazione Digitale), come previsto dal comma 5 dell'art.35 del DPR n.223/1989 ("Presso gli uffici anagrafici, gli iscritti esercitano i  diritti di cui alla parte I, titolo II  del  decreto  legislativo  30  giugno 2003, n.  196 - ora di cui al GDPR, norma di carattere generale applicabile in tutti gli Stati dell'Unione Europea -,  sui  dati  contenuti  nell'anagrafe  nazionale  della popolazione residente, nei limiti  e  nel  rispetto  delle  modalita' previsti dal medesimo decreto legislativo.")

Per accedere al servizio: ANPR - VISURA ON LINE e STAMPA AUTOCERTIFICAZIONE

 

Con l'art. 30-bis del decreto-legge n. 76/2020 (noto come Decreto Semplificazioni) convertito con Legge n. 120/2020, anche i privati (es. banche, assicurazioni ecc.) hanno l’obbligo di accettare le autocertificazioni prodotte dai cittadini. In precedenza l’obbligo era limitato alle Pubbliche Amministrazioni e ai gestori di Pubblici Servizi.

I privati potranno poi verificare la veridicità delle autocertificazioni rivolgendosi agli enti pubblici competenti.

Viene meno quindi la necessità per il cittadino di richiedere certificati anagrafici, fermo restando che gli stessi possono comunque essere richiesti e prodotti (solo ai privati) ma prevedono il pagamento di una marca da bollo da 16 euro, salvo non venga dichiarato un uso esente.

 

RICHIESTA CERTIFICATI DI ANAGRAFE

RICHIESTA CERTIFICATI ANAGRAFICI DI SITUAZIONI PREGRESSE (STORICI)

RICHIESTA CERTIFICATI DI STATO CIVILE

RICHIESTA DI RESIDENZA