“LA SCUOLA ENTRA IN CORTILE"... ALLA PRIMARIA DI SAN MARTINO - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

archivio notizie - ::: Rete Civica del Comune di Guastalla :::

“LA SCUOLA ENTRA IN CORTILE"... ALLA PRIMARIA DI SAN MARTINO

 
“LA SCUOLA ENTRA IN CORTILE'... ALLA PRIMARIA DI SAN MARTINO

 PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

 

LA SCUOLA ENTRA IN CORTILE"

 

L’educazione Ambientale nelle scuole si arricchisce di nuove proposte grazie alla collaborazione tra assessorati comunali (scuola e ambiente), istituti scolastici e Iren.

Così, dopo l'esperienza positiva con la scuola primaria di Pieve (un progetto di esplorazione e conoscenza del giardino con semina e cura di piantine, studio del terreno, giochi sull’orientamento e sulle regole della natura, percorso di abbellimento dello spazio) si è lavorato su un nuovo progetto che coinvolge la scuola primaria di San Martino. Si chiama “La Scuola entra in Cortile


Grazie alla progettualità condivisa con la scuola e la nostra Amministrazione Comunale, è stato possibile accedere al contributo di sponsorizzazione Iren per la realizzazione del suddetto progetto riguardante lo spazio aperto che i bambini vivono quotidianamente: una prima parte è già stata realizzata, mentre la seconda fase si concluderà a settembre con la piantumazione di una nuova siepe sul retro della scuola, la consegna di nuove fioriere e di materiali per l’orto didattico e un tavolo da ping pong.


Il progetto prevede la realizzazione di interventi organici e strutturali al fine di ri-creare un luogo didattico ed educativo anche all'aperto.


L'obiettivo - spiega l'assessore Chiara Lanzoni - è quello di creare un luogo di studio e di festa pensato per l'integrazione e la partecipazione di tutti gli alunni, tramite la ripiantumazione di nuovi alberi, la realizzazione di un orto botanico e la creazione di una zona da dedicare ad attività didattiche all'aperto. Con questi progetti intendiamo incrementare ed implementare la conoscenza sull’educazione ambientale, che, nel corso degli ultimi anni, è stata riconosciuta come una componente insostituibile dell’educazione sociale”.